Agostino Agostini, Henry De Santis, “Archeoastronomia nella Villa di Corliano”


Agostino Agostini, Henry De Santis "Archeoastronomia nella Villa di Corliano"La villa di Corliano venne costruita tra il 1536 ed il 1593 dalla famiglia dei Della Seta come sede dell'Accademia degli Svegliati e fu in precedenza una villa della gens Venuleia, duoviri della colonia Alfea (Pisa), praetor Etruriae e magister della confraternita sacerdotale degli Arvali . È attraversata, al tramonto equinoziale, dai raggi del sole che, dopo una "danza luminosa" sugli affreschi astrologici cinquecenteschi nel salone dei balli, si vanno a spegnere sul coffee-house settecentesco costruito nel belvedere. Fig.1 – l’attuale aspetto della Villa di CorlianoLa villa e la scoperta del fenomeno luminoso (A. Agostini) Le scoperte avvengono qualche volta casualmente e così è stato nel tardo pomeriggio del 21 marzo 2013 (equinozio di primavera, tre giorni al capodanno pisano) mentre mi trovavo in compagnia di numerosi ospiti ed alcuni amici nel salone ...

Annalisa Pardi, “A Solo, Leone Editore.”


Recensione di Sara Teresa Russo Annalisa Pardi, A Solo, Leone EditoreIl lettore che ha la fortuna di imbattersi nell’ultimo romanzo della scrittrice pisana Annalisa Pardi A solo ha l’occasione di sperimentare un duplice appagamento: da un lato il piacere sempre più raro nel panorama contemporaneo di un’opera originale, acuta e dall’impianto solido, dall’altro il piacere del riconoscimento, dal momento che A solo dilata i confini del romanzo precedente, Trio, concentrandosi su uno dei suoi personaggi principali, il pianista inglese Albert Hall. Il fil rouge che lega i due volumi (premiati con numerosi riconoscimenti a livello nazionale) non intacca minimamente l’autonomia di A solo, opera del tutto indipendente sia dal punto di vista stilistico che tematico.Uno degli aspetti più sorprendenti del libro consiste nel tono adottato per descrivere lo smarrimento esistenziale che ...

Brunetti Maria Guia, “ORLANDO ITALO GRISELLI nello scrigno del Palazzo Reale di Pisa”


Maria Guia Brunetti ORLANDO ITALO GRISELLI nello scrigno del Palazzo Reale di PisaIl Museo di Palazzo Reale di Pisa, situato nel punto più bello del Lungarno Pacinotti, è tra i più importanti luoghi cittadini in cui vengono raggruppate, conservate ed esposte al pubblico notevoli opere d’arte testimoni del nostro fecondo passato e di chi, nel corso dei secoli, vi ha abitato. Nato da un raggruppamento di case torri, quelle dei Dodi, Gaetani e Gusmani, per volontà del Granduca Francesco I° dei Medici fu costruito per far trascorrere alla Corte Granducale, in un clima più mite e meno rigido di quello fiorentino, i mesi invernali. Fu dato incarico a Bernardo Buontalenti di progettare e di portare a termine l’opera. Per non sminuire l’importanza della nuova dimora venne deciso di abbassare la chiesa di San Nicola, ...

Davide S. Amore, “Cultura e società tra Islam e Occidente”


Davide S. Amore Cultura e società tra Islam e OccidenteQuando andavo a scuola e non ero pienamente cosciente di me stesso, del mondo e delle scelte da compiervi – esattamente come accade ora ai miei figli - la visione unitaria e dominante promossa e propagata dalle istituzioni scolastiche e universitarie era, e continua a essere, che la civiltà, dopo aver posto solide fondamenta nell’antichità greco-romana, rinvigorita nell’Era moderna successiva al periodo oscuro dell’uomo medievale abbarbicato a una concezione religiosa inibitoria, ha trovato in tale Era il suo apogeo esistenziale. Fulcro di tale visione era l’acritica accettazione dello Stato, così come lo intendiamo oggi, quale elemento regolatore della vita sociopolitica ed economica degli esseri umani. Lo Stato non era argomento da discutere. Era, semplicemente. Semplicemente è, e deve essere, o così almeno c’è stato inculcato. Eppure lo Stato con la “S” maiuscola è, ...

E. Calamari, Jerome Bruner. Cent’anni di psicologia, Edizioni ETS, 2018


Recensione di R. Roni. E. Calamari, Jerome Bruner. Cent’anni di psicologia, Edizioni ETS, 2018Elena Calamari da anni indaga, con rigore metodologico, su temi rilevanti di psicologia generale e della personalità, come gli stili cognitivi e la memoria. Con questo suo nuovo libro, dedicato allo studio dell’intera opera di Jerome Bruner – una personalità di spicco della psicologia novecentesca che, tra l’altro, Calamari ebbe modo di frequentare personalmente in più occasioni – offre un contributo originale e innovativo alle scienze umane e finanche al dialogo interdisciplinare. Calamari ricostruisce, storicamente e teoricamente, l’evoluzione intellettuale di Bruner – dagli anni Trenta del Novecento al 5 giugno 2016, data della sua scomparsa – articolando la propria analisi intorno a tre nuclei fondamentali: la mente, il linguaggio e la narrazione, fino ad includere, nel contempo, anche l’istruzione scolastica. Più in particolare, in questo libro l’autrice rivisita, ...

Luti Viola, “Joyce e Svevo, storia di un sodalizio tra letteratura e amicizia”


Viola Luti Joyce e Svevo, storia di un sodalizio tra letteratura e amiciziaIl rapporto tra Joyce e Svevo ha incuriosito critici e appassionati di narrativa del Novecento non solo per le contaminazioni stilistiche e concettuali, ma per la maturazione di curiosità anche politiche nate in contesti geografici dove sono convissuti irredentismo e socialismo. Joyce incontra Svevo a Trieste nel 1907 nell’ambito della sua attività di insegnante di inglese presso la Berlitz School. Un gioco di circostanze, un’astuzia della sorte che porta Joyce, come sostiene Giancarlo Mazzacurati, “ad imbattersi […] nel quasi cinquantenne signor Ettore Schmitz, ammalato anni addietro di letteratura, ma ora bisognoso soltanto di qualche lezione di inglese commerciale, per certi suoi traffici di vernici, fra Trieste, Venezia e Londra.” Una combinazione, ...

Mario Bruselli, “LE DONNE DURANTE IL PERIODO FASCISTA”


Mario Bruselli LE DONNE DURANTE IL PERIODO FASCISTAPer tutte le violenze consumate su di Lei, per tutte le umiliazioni che ha subito, per il suo corpo che avete sfruttato, per la sua intelligenza che avete calpestato, per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato, per tutto questo: in piedi, Signori, davanti ad una Donna.(William Shakespeare)Sul fascismo sono ormai innumerevoli le pubblicazioni degli storiografi italiani (senza considerare quelle straniere); è stato un periodo complesso, che ancor oggi suscita interesse e discussioni. In modo particolare mi sono sempre chiesto come sia stato possibile creare un così vasto consenso tra la popolazione italiana del tempo e quali siano stati i meccanismi utilizzati dal fascismo per raggiungere un così elevato “indice di gradimento”. Per questo motivo, “navigando il rete”, abbiamo incrociato per ...

R. Cappuccio, “C’E CHI DICE ‘NO!, ed. Sensibili alle foglie, 2017”


R. Cappuccio C’E CHI DICE ‘NO!, ed. Sensibili alle foglie, 2017Il testo si colloca fra la storia e la psicologia sociale, fra la saggistica di ricerca culturale e la narrativa. La prima parte dell’opera è un’antologia di vicende biografiche eccezionali relative a personaggi che, a rischio della vita, hanno disobbedito a ordini criminosi ricevuti dalle autorità istituzionali per seguire il proprio codice etico. Si tratta per lo più di “eroi” noti ai soli addetti ai lavori (Silas Soule, Anton Schmid, Hugh Thompson, ma anche Irena Sendler e Giorgio Perlasca, assieme ad altri). L'indagine storica spazia dalla Guerra d'Indipendenza americana all'Olocausto e alla guerra del Vietnam, ma queste due ultime sono le vicende più documentate. La seconda parte della proposta è volta alla ricerca dei fattori che condizionano il comportamento ...

Toma Chiara, “Stare bene a scuola: buona relazione e apprendimento”


Chiara Toma Stare bene a scuola: buona relazione e apprendimentoIl mondo è cambiato e in questo suo cambiamento è insito il cambiamento stesso che procede ad una velocità molto spesso insostenibile per l’essere umano che, naturalmente, ha dei ritmi in linea con quelli, appunto, della natura e che ora invece è costretto, per via delle circostanze e delle richieste della società, a non poter assecondare e rispettare. Il cambiamento è avvenuto dal momento in cui, come accennato poco fa, il modello della velocità e dell’efficienza che ci permette un’interconnessione globale e globalizzata si è diffuso su larga scala, supportato da nuove tecnologie e dall’avvento della rete internet. Questo sconvolgimento, da una parte ci permette di accorciare le distanze spazio-temporali, dall’altra però ha modificato profondamente la natura dell’uomo rendendolo, talvolta, più simile ad una di queste nuove ...

Mappa sito - Privacy Policy - Credit - Termini d'uso - Cookie Policy

Rinnova o modifica la tua autorizzazione ai cookie